L’intercessore

Posted by on 28 ott 2012 in Insegnamenti

 

 

La figura dell’intercessore nella Chiesa

e nei gruppi di preghiera

Tutti i battezzati sono intercessori: in qualità di popolo sacerdotale, regale e profetico tutti siamo invitati a sostenere con le nostre preghiere le necessità dei fratelli.

L’intercessione come carisma si manifesta in colui che è chiamato dal Signore a farsi interprete della sua misericordia: questo è ciò che Dio vuol far conoscere di sé, la sua benevolenza, amore, giustizia, bontà.

Il Signore va in cerca di chi si fa portavoce di questa sua tenerezza per l’uomo, mettendosi in continuo servizio e al servizio degli altri.

L’intercessore è colui che si china a guardare l’uomo, il fratello con il cuore di Dio, con gli occhi di Dio, è colui al quale il Signore chiede di fare da ponte tra la sua generosità e le nostre debolezze.

Chi è chiamato ad intercedere deve, nel mondo di oggi, essere attento alle mille voci di pianto che salgono dall’uomo, deve saper prestare grande ascolto ai fratelli.

La prima prospettiva nella quale deve porsi l’intercessore è quella della fede, credere e porre il suo credere alla base della preghiera che sta formulando.

Ricordiamo nel Vangelo di Luca 5, 17-26 gli amici del paralitico: è per la loro fede che il Signore agisce. Gesù cioè fa leva sulla fede degli amici che intercedono per guarirlo.

La seconda prospettiva è lo stile di vita in cui si deve porre l’intercessore, basato sull’ascolto continuo, sul dialogo ininterrotto con Dio che avviene solo attraverso e nella preghiera.

Intercessore è colui che si mette costantemente all’ascolto di Dio e dei fratelli e fa in modo che si incontrino, è colui che suscita la fiducia nelle opere del Padre, perché è proprio lui che per primo ha fiducia e vive l’amicizia con Dio.

Ed è colui che “provoca” Dio fino a dirgli ”non per noi ma per il tuo nome agisci”.

(Sal 115,1).

Tutti i battezzati sono chiamati ad una intercessione generale, ma c’è un’intercessione particolare che è specifica risposta alla chiamata del Signore (carisma).

L’intercessore non tiene conto della propria afflizione per prendersi cura di quelle degli altri, non si scandalizza per i problemi ma se ne fa carico e li presenta a Gesù, è il tesoriere delle ricchezze di Dio.

Fa rifornimento nell’Eucaristia, nell’adorazione, nelle preghiere personali e comunitarie, nel digiuno, nelle penitenze. Gli intercessori sono permanentemente in servizio e al servizio degli altri, quotidianamente fanno uso delle labbra per pregare, delle mani per accogliere, delle ginocchia per impetrare, delle braccia per sostenere i pesi gli uni degli altri, della mente per conoscere i fratelli e i loro bisogni, degli occhi per individuare le ferite del cuore per amare con l’amore di Gesù.

Gesù il Maestro che si carica sulle spalle tutto il dolore della storia per riempirlo di significato nuovo: il Sommo sacerdote e il pontefice che intercede per noi costituisce il ponte tra l’uomo e Dio.

Per esercitare il carisma dell’intercessione bisogna tendere ad essere come Gesù Cristo, come Lui avere compassione, immedesimarsi nelle sofferenze degli altri, mettersi al loro livello: importante è ascoltare la storia della persona, il nostro atteggiamento deve essere manifestazione della misericordia di Gesù, nella pazienza e mitezza. I problemi vanno affidati a Dio, messi nelle sue mani, non lasciandosi mai sopraffare da essi. Nel momento in cui si entra nella compassione di Dio si entra anche nel suo amore e nella sua misericordia. Il carisma si manifesta proprio con la compassione: viene in noi il desiderio di pregare per i peccatori, e questo vuol dire scendere negli abissi dei loro peccati e presentarli, offrirli per loro all’altare della misericordia, chiedere luce su cosa pregare.

 

L’intercessore prega per gli altri rendendosi garante nella propria vita di quello che chiede.

Loretta    

 

he had the Wizards over the weekend of events show
burberry schal Urban Clothing Suited for the Young Guy

6 Homemade Lunchables3 years agoAhhh
louis vuitton handtaschen
La Quinta Inn Santa Fe