Testimonianza di Miriam

Posted by on 18 ott 2012 in Testimonianze

 

 

Ho danzato per il mio Signore!

 

Cormons 30 settembre 2012 –

Convegno Regionale dei gruppi e comunità del RnS

 

 

Ho danzato per il mio Signore !

Questo è quanto mi ripeto ogni tanto,

provando la stessa emozione che ho sentito mentre danzavo davanti Gesù.

Nonostante un po’ di paura e tensione perché c’era molta gente presente,

nel momento in cui ho iniziato a danzare

non ho pensato a nessuno intorno a me.

La mia mente, il mio cuore, la mia anima, il mio corpo tendevano a Gesù.

Ogni sguardo era rivolto al Santissimo sull’altare, 

ogni gesto che facevo era preghiera,

ogni passo era preghiera,

ogni sorriso era preghiera,

anche la lacrima che è uscita per l’emozione era preghiera.

Sì, perché la danza è preghiera,

perché ogni gesto ha un significato molto preciso e anche il corpo sa lodare,

ringraziare, benedire, offrire …. intercedere.

 

Una gioia e una pace che non posso descrivere mi è stata donata.

E dopo la danza…. accompagnando il Santissimo in sacrestia,

l’emozione ha lasciato spazio al riso e al pianto con le sorelle del gruppo.

Quando si condivide qualcosa di bello e di profondo ci si sente più vicini e la nostra unità è stata suggellata in Gesù.

Lode a Gesù,

lode perché è un Dio vicino a noi, lode perché ci guarda con amore e la sua tenerezza ci abbraccia.

 

 

Ho iniziato dalla fine!

Danziamo danze ebraiche e non solo una volta al mese con P. Lino e le sorelle di 

Monfalcone che ci insegnano i passi.

E’ stata fatta la proposta di portare una danza al Convegno regionale e sull’onda 

dell’entusiasmo in molte abbiamo detto sì, ma ..mancava ancora molto tempo 

e io avevo detto sì se non altro per non smorzare l’entusiasmo di tutti.

Invece poi, disegnato gli abiti dalla nostra Michela, trovato la giusta collocazione della danza all’interno dei tempi del Convegno, ho capito che non c’erano scappatoie.

Ci siamo messe tutte d’impegno – taglia cuci stira prova e riprova i passi – 

è arrivato il giorno del Convegno.

Premetto che alla prova generale con gli abiti io mi ero emozionata tantissimo 

ed ero preoccupata perché ho visualizzato il fatto di danzare davanti a molti fratelli, 

addirittura davanti a membri del Comitato Nazionale di Servizio!!

Arriva il giorno del Convegno, ci ritroviamo a provare la mattina e poi partecipiamo agli incontri. 

L’adorazione al Santissimo chiude la sessione del mattino 

ed è alla fine di questo momento che abbiamo danzato.

Quale momento più adatto a pregare anche con la danza?

Mi sono venuti in mente alcuni passi della Bibbia dove la gioia viene comunicata in danza 

(Es 15,28 1Sam 18,7) e penso che è un peccato aver perso questa espressione della preghiera.

Ringrazio i fratelli presenti perché hanno percepito la nostra danza come preghiera, 

il clima di adorazione non è stato affievolito dalla nostra musica e dal nostro movimento 

ma ha aiutato a rendere grazie a Dio per ogni cosa che ci dona.

Miriam

 

the apron is back
woolrich arctic parka How to Choose Slenderizing Ladies

a French influenced technology
louis vuitton neverfulFashion Police’ for Joan’s birthday