Il ritiro di Forni Avoltri (UD) dei giovani RNS Friuli Venezia Giulia

Posted by on 23 set 2014 in Testimonianze

"Tu sei la perla preziosa che alla mia vita dà valore"

 

"A me che importa!!!"
Francesco ci ha rivolto parole semplici che non possiamo ignorare… è per questo che dobbiamo pensare ai nostri giovani che hanno bisogno dell'accompagnamento, dell'appoggio e del sostegno fraterno che li aiuti nell'imboccare il giusto sentiero di "Vita nuova".
E' per questo che dobbiamo affrontare gli ostacoli e … prendendoli per mano, scopriremo quanto loro hanno da insegnare a noi ….

Era il mese di marzo … o forse aprile, Roberto un giorno mi disse: “Michela ho un progetto, è tanto che ci penso, ma lo voglio realizzare ” gli chiesi di cosa si trattasse … “Un ritiro spirituale per i giovani del Friuli V.G. dai 14 ai 28 anni  e oltre senza mettere limiti allo Spirito Santo !!
Voglio invitare don Samuele Sportelli e Lucia Fratta,magnifiche persone piene di Spirito Santo… ho chiesto la loro disponibilità per questo progetto ed hanno accettato tutti e due con infinita gioia.

Wawww pensai .. che bel progetto! E… quanto fui felice di essere stata coinvolta! (Ancora non sapevo cosa ci aspettava..quanta fatica avremo fatto..)
Mi disse che aveva pensato di farlo in Settembre dai Cappuccini di Gorizia … Bene , pensai io! Che bellezza … finalmente qualcosa a portata di mano …
in casa praticamente …

Si, ma nessuno dei due aveva fatto i conti con “l'oste” se così lo vogliamo chiamare!
Perché come ognuno di noi ben sa…  Il così detto oste o inquilino del piano di sotto che dir si voglia mica è tanto contento se si organizzano festini allo Spirito Santo soprattutto dedicati ai più giovani !! Cioè ai .. piccoli … ai più fragili … a quelli che lui ha già cominciato ad accaparrarsi a quei dolci e teneri virgulti così facili da piegare!
Ha cominciato a capitarci di tutto … fin dall'inizio pareva che ogni idea o progetto fallisse ! Gorizia salta .. Le mail non partivano .. Il mio computer si è infettato i file che sparivano, tanti posti dove organizzare l'evento ma.. nessuno sembrava disponibile per noi ..Si, per noi, era infatti stata formata l'equipe, e… dopo meditazione, discernimento e condivisione sulla parola di Matteo 13,44-52 abbiamo dato un titolo al ritiro:
“Alla ricerca del tesoro nascosto”
Linee guida ???? Nessuna! Anzi … la più carismatica che ci possa essere
Spirito Santo…. nessuno di noi sapeva come sarebbero state portate avanti quelle giornate di seminagione
Lucia e don Samuele si sono totalmente affidati alla Sua ispirazione …
e noi con loro ..
Una sera Roberto felice ci annunciò che grazie alla grande disponibilità di Don Ottavio di Forni Avoltri,avevamo a disposizione ben 2 case con 60 e fischia posti letto, cucina, mensa, una sala dove riunirci e tanto spazio fuori. Adesso??
Mancava solo la materia prima! Infatti .. Il primo tesoro nascosto che abbiamo dovuto cercare tutti noi son stati proprio i ragazzi !
Ancora a metà agosto erano solo in 23 … eravamo in pratica più animatori e servizio che ragazzi !! Gli ostacoli sono stati tantissimi… non ultima la diffidenza di mamme e catechisti .. Roberto, esausto, ha chiesto che venisse fatta forte preghiera e intercessione a Padre Matteo Lagrua  ..
Comunque lo Spirito Santo ci ha dato una forza grandissima per lottare e procedere controcorrente, affidandoci totalmente allo Spirito Santo senza curarci delle fortissime opposizioni poste dal maligno! Preghiera, preghiera, preghiera..
I nodi hanno cominciato a sciogliersi e pian piano…fino a poche ore dalla partenza si sono aggregati altri ragazzi, genitori, fratelli e sorelle del rinnovamento …
Bene!! Abbiamo finito i posti letto,compresi quelli in canonica!!Avevamo 35 giovani!
Sono, anzi, siamo arrivati a Forni alla spicciolata dalla regione e dal Veneto  pulmini e macchine ! Mammamia quanti eravamo!!!

Dopo il caos iniziale per la sistemazione ci siamo ritrovati in questa sala Don Samuele non arrivava … sembrava disperso nelle montagne friulane … anche qui “carboncino” ci ha messo la coda!! Ma … non gli abbiamo dato importanza, sentivamo già nell'aria che tutto sarebbe andato come voleva il Signore.
I° GIORNO
I ragazzi .. i volti un po tirati, si guardavano l'un l'altra chiedendosi cosa sarebbe successo … alcuni con lo sguardo un po assente di quello che pensa “mi tocca mi ci hanno mandato.. Chissà poi perché! ” altri invece un po più sorridenti … avevano già qualche piccola o grande esperienza di rinnovamento magari in famiglia, certi, sedevano su quelle sedie fermi, immobili, come in attesa, quasi impauriti o quantomeno perplessi anche se non del tutto negativi.

Finalmente musica e canto rompe il ghiaccio ed intona canti di accoglienza..  
avevamo decine di occhi su di noi che ci guardavano… alcuni irridenti di fronte alla nostra gestualità e gioia ma siamo riusciti a strappare qualche debole sorriso!
Lucia comincia a parlare con quel suo modo semplice, forte e diretto di chi è abituato a parlare ai giovani. Cammina avanti ed indietro chinandosi a volte come se volesse mettersi allo stesso livello dei ragazzi che erano seduti …
Zitti … non proferivano parola … anche di fronte a domande dirette non osavano dare risposta… oserei dire che avevano alzato un muro di difesa pressoché  impenetrabile.
Sono stati chiesti loro degli impegni … fra le righe però ce ne era uno molto importante… dovevano essere VERI ! Non erano accettate falsità … a costo della negazione a costo di dover dire “NON CI STO!”
Questo muro si è pian piano incrinato di fronte, al senso comprensibile ed alla loro portata delle parole di Lucia, alla forza dei carismi e alla preghiera che noi tutti portavamo nel cuore.
Don Samuele è arrivato!! E canti di benvenuto vengono intonati … nonostante la stanchezza che trapelava dalla sua voce si è subito donato a quei ragazzi stupiti dal suo aspetto pesante e un po' trasandato e dalla sua giovane allegria … dalle sue battute atte a spezzare il ghiaccio e a corrompere la loro ritrosia entrando nelle loro vibrazioni. Si immerge così, subito, in quel mare giovane e desideroso di attenzioni…
Nessuna pre costruzione era stata impostata…  ma lo Spirito ha fatto parlare Samuele nello stesso identico modo di Lucia !!!  E il miracolo continua…  
Pensavamo tutti che data l'ora tarda e le tante ore di viaggio Samuele non avrebbe celebrato messa … ma: “ Ragazzi, sapete che vi dico? Io dopo cena celebro messa .. siete liberi di partecipare o meno … Io sarò qua per chi vorrà esserci!”
Restarono molti di più di quanti avremmo immaginato …

II° GIORNO
Il deserto …. ma cosa è? Cosa dobbiamo fare??
Ci ha accolti la natura con il grande abbraccio di Dio… il bosco con i suoi profumi ci ha donato la consapevolezza della Sua presenza. Dopo la preghiera carismatica i ragazzi, in solitudine ma seguiti con discrezione, hanno fatto l'apertura della Bibbia … ma ciò che più premeva a Don Samuele e Lucia era che affidassero a un foglio le parole che avevano nel cuore e che volevano rivolgere, gridare, offrire, supplicare a Dio!
Nel segreto della scrittura quei ragazzi hanno tirato fuori tante loro sofferenze, incomprensioni, emarginazioni …ne abbiamo visti tanti assorti ed immersi nel loro passato, certamente c'era chi non capiva cosa si volesse da lui …ma, anche loro però,come vedremo dalle testimonianze, sono stati toccati.  
La successiva condivisione che, con non poca fatica, è stata fatta ha portato alla luce situazioni che mai e poi mai avremmo pensato!!
Guardavamo verso quei ragazzi e ascoltavamo le grida dei loro cuori con un senso d'Amore che andava oltre … quell'Amore che solo Spirito Santo sa ispirare.
Tante lacrime abbiamo visto versare e, testimone di tutti, credo di poter dire che le avremmo volute asciugare con le preghiere più forti da noi conosciute.
Corrente di grazia si stava incanalando in quelle vite e fra noi … ci stava prendendo tutti dolcemente per mano e se lacrime si stavano versando e cuori si stavano aprendo e occhi diventavano più luminosi, la penitenziale ha spalancato le porte … Don Ottavio e Don Samuele ne sono testimoni …

Abbiamo vissuto al modo del rinnovamento la messa prefestiva della parrocchia di Don Ottavio con la gioia vera dei nostri canti e di quei 35 ragazzi intorno all'altare. Abbiamo visto le felicità nei volti dei parrocchiani che ce ne sono stati grati e che …. speravano che la messa durasse ancora mezz'ora!

Ore 21,30 Adorazione:
Ci prepariamo .. ma …
come è stato per tutto il periodo del ritiro … niente era progettato … nessuna scaletta fatta…  continuamente venivano cambiati orari e modalità … era solo lo Spirito Santo a guidare Don Samuele e Lucia …e comunque…. non sentivo nessuno lamentarsi di ciò!!
Alleluja ! Gloria a Dio … scusate ma come si fa a non lodare?
Dunque, eravamo tutti in bell'ordine in chiesa… musica e canto, animatori, genitori che accompagnavano e che colgo l'occasione di ringraziare per il servizio svolto… e …. i ragazzi! Tutti a posto … nelle panche…

Don Samuele capovolge tutta la situazione … li voglio tutti qui !! sul presbiterio … sedetevi tutti per terra! I 35 ragazzi si sono accoccolati sul pavimento in attesa… E noi…non potevamo restare lontani!! Anche noi tutti li o sulle panche o sui gradini … entra il Santissimo portato da Don Samuele … ed eravamo tutti vicini, in comunione, in adorazione!!
Comincia a levarsi la preghiera … parla Katia .. e ci commuove … canto… lode.. ringraziamento e ancora … Lucia…  con parole che scavano negli animi … e ancora canto d'invocazione alla Spirito e preghiera in lingue …
don Samuele prega sui ragazzi … apre, con la semplicità delle sue fresche parole ,ogni loro cuore… pare che il Santissimo parli personalmente con ognuno… e tutti saranno toccati!  Così … con la porta del cuore aperta per fare entrare la grande potenza dello Spirito Santo e con il Santissimo nel cuore ognuno era libero di sciogliere quei nodi .. di supplicare perdono … di chiedere aiuto ……
E così è stato per tutti … non solo per quei ragazzi le cui lacrime purificatrici correvano su loro volti … Gesù ha camminato in mezzo a noi, Gesù ha toccato ogni cuore … Gesù ha sanato tante ferite … tante coltellate ha fasciato con fasce d'Amore divino … ci ha resi piccoli … ci ha dato umiltà di perdono … ci ha resi uguali …
Alla fine … la gioia e la felicità dell'esperienza vissuta è scoppiata in tutta la sua grandezza sfociando in canti e danze di ringraziamento.

Quella sera i ragazzi non hanno fatto schiamazzi … si sono tutti addormentati con il cuore più leggero e negli occhi il sorriso.

III° GIORNO
Stiamo parlando sempre degli stessi ragazzi …quelli del primo giorno.. ricordate??
Beh … li vedevi a gruppi ridere … darsi appuntamenti … parlare …giocare.. CANTARE !!! ALZARE LE BRACCIA !!! DANZARE …  FARE COMUNITÀ !!
Abbiamo pregato su di loro e loro hanno fatto una promessa ….

Ma le emozioni non sono finite qui noi animatori non sapevamo cosa ci aspettava ! (come al solito oserei dire)
Si … pare che insieme a Lucia ci avessero riservato un … “SORPRESONE” !!
Tutti concordi e consapevoli di quello che stavano facendo ci hanno cacciato dalla sala! Era il loro momento!!!

Siamo stati da loro bendati e, uno alla volta, ci hanno riaccompagnato dentro facendoci sedere … Eravamo tutti li … bendati ..e… non ho creduto ai miei orecchi quando ho sentito le loro voci cantare.. invocare lo Spirito Santo … proclamare la Parola …e le loro mani sulle nostre teste …
STAVANO PREGANDO SU DI NOI !!!
Molti di noi, me compresa, non hanno saputo trattenere le lacrime dall'emozione..

Niente altro posso raccontare …il resto lo racconteranno loro con le testimonianze
che credetemi sono abbondanti, come è stato abbondante e magnifico il torrente di Acqua Viva che ha travolto tutti noi portandoci il grande dono di queste perle preziose!

Aggiungo solamente che per tanta Grazia ricevuta, come spesso accade, qualcuno deve pagare … ed in più di uno hanno pagato, compreso don Samuele che si è sentito male e che con nostro enorme rammarico non ha potuto essere partecipe durante la terza e più festosa giornata di ritiro.

A lui, Lucia e tutti i fratelli e sorelle dedichiamo le nostre preghiere.

[Michela Moretti]

 

the famous San Diego Zoo
louis vuitton purses
Peplum jacket and flirty skirt the look of a lady